Avvisi di novembre 2017 #3

Cari amici,
vi ricordiamo alcuni eventi e appuntamenti promossi dal Centro Studi e dal Museo della Beata Vergine di San Luca.

Martedì  28 novembre 2017 alle ore 18
c/o Museo della Beata Vergine di San Luca
Piazza di Porta Saragozza 2/a 

Fernando Lanzi tratterà il tema: “Ierofanie e spiritualità nelle opere di Caspar David Friedrich”. Verrà illustrata l’opera di Friedrich, con una ragionata esposizione in ordine cronologico delle sue opere: Caspar David Friedrich è stato il più alto esponente del romanticismo tedesco, e dalle sue opere traspare e si comunica la consapevolezza che il creato stesso è una ierofania, quasi riprendendo il salmo 18: “Narrano i cieli la gloria di Dio”.

Scarica la locandina in PDF

Domenica 3 dicembre
c/o Museo della Beata Vergine di San Luca
Piazza di Porta Saragozza 2/a 

aprirà l’esposizione di sculture: “Il Dormiglione. Mostra d’arte”. Realizzata con opere appositamente create da artisti bolognesi quali: Elisabetta Bertozzi, Patrizia Capozzi, Mirta Carroli, Claudia Cuzzeri, Ivan Dimitrov, Paolo Gualandi, Francamaria Fiorini, Luigi E. Mattei, sulla caratteristica figura presepiale bolognese del Dormiglione, che continua la riflessione degli artisti sulla tradizione presepistica iniziata con il “Divin Bambinello” e proseguita poi con gli “Angeli” e “La Meraviglia”.
La Mostra è stata realizzata a cura dell’Associazione “Francesco Francia” in collaborazione con il CSCP e il Museo.

Giovedì 7 dicembre alle ore 17
c/o Chieda di Santa Sofia
al Meloncello

si terrà la conferenza: “Vita, opere e martirio di Pavel Florenskij nell’ottantesimo della morte”. Sarà il prof. Natalino Valentini, a illustrare la vita le opere e il profondo pensiero di Pavel A. Florenskij, di cui ha appena curato l’ultima edizione de “ La filosofia del culto”. Presbitero ortodosso, scienziato e filosofo, detto il Leonardo da Vinci russo, per l’ampiezza di interessi e la profondità di pensiero, Florenskij fu scomodo al regime sovietico che pure ne sfruttò ampiamente le capacità scientifiche, e infine lo imprigionò nel gulag delle isole Solovki, per essere poi fucilato l’8 dicembre 1937 nei pressi di San Pietroburgo.
A cura del Centro Studi per la Cultura Popolare.
Informazioni anche sulla pagina facebook Gioia Lanzi e sul sito www.culturapopolare

Fernando e Gioia Lanzi

Avvisi di Novembre

Cari amici,
ecco le due prossime proposte del Centro Studi e del Museo: non fatevele sfuggire!
Fernando e Gioia Lanzi

Giovedì 16 novembre alle ore 18,
c/o Museo della Beata Vergine di San Luca
(p.zza di p.ta Saragozza 2a)

Conferenza “Vita e opere di Frida Khalo” che, vissuta tra il 1907 e il 1954, disse di sé: «Ho avuto due disgrazie nella vita: l’incidente del tram e Diego Rivera». Il direttore Fernando Lanzi tratterà della personalità e della produzione artistica di una delle più eminenti e affascinanti personalità del “mexicanismo”. In tale corrente artistica si espresse negli anni l’orgoglio del popolo messicano, che la pittrice, che arricchì di spunti eccezionali e inquietanti, ispirandosi alle tradizioni del suo paese, e soprattutto attingendo alle vicende della sua tormentata vita, nella quale si intrecciarono politica, amori e personali traversie.

Sabato 18 novembre 2017 alle ore 16,
c/o Chiesa di Santa Sofia al Meloncello,
sarà presentato il libro di Piero Ingenni: “Le Orfanelle della Madonna di San Luca 1930-1990”: Piero Ingenni ha raccolto una grande mole di documenti e di testimonianze dirette che con questo libro passano dalla tradizione orale alla storia documentata e riferita in prima persona dalle dirette protagoniste: molte infatti sono ancora le “orfanelle” che hanno vissuto l’esperienza della benefica istituzione, e di loro Piero Ingenni è divenuto fedele “segretario”, perché nulla vada perduto di tanto bene fatto a Bologna e di tanto affetto tutto petroniano. 

Avvisi Novembre 2017

Cari amici,
la prossima settimana il Museo e il Centro Studi per la Cultura Popolare propongono un’interessante mostra documentale e fotografica, “Artisti allo specchio”, firmata da una delle più antiche e prestigiose associazioni di Bologna, la “Francesco Francia” che prende il nome dal famoso pittore.
La mostra è visitabile al Museo della Beata Vergine di San Luca(martedì, giovedì, sabato ore 9-13 e domenica 10-14) e resterà aperta fino al 30 novembre.

Martedì 7 novembre alle ore 18
c/o Museo della Beata Vergine di San Luca
P.zza di Porta Saragozza 2/a

verrà inaugurata la suddetta mostra e in tale occasione saranno distribuite copie del volume omonimo, che raccoglie gli autoritratti di molti pittori. E’ estremamente interessante e rivelatore vedere “come si vedono” gli artisti!

Giovedì 9 novembre alle ore 18
ci sarà inoltre una conferenza su uno dei giubilei di questo anno così ricco di anniversari.
De “Il Giubileo di san Toribio di Lièbana”  parlerà il direttore del Museo, Fernando Lanzi, che ne illustrerà la storia e le tradizioni. A Lièbana si conserva il più grande frammento della Vera Croce, che vi è giunta in modo davvero singolare.

Augurandovi ogni bene, vi salutiamo caramente
Fernando e Gioia Lanzi

Avvisi Ottobre

Cari amici,
vi invitiamo a visitare questa bella mostra fotografica, che invita a guardare con cordiale attenzione il mondo che ci circonda.
Al Museo della Beata Vergine di San Luca è aperta infatti la mostra fotografica di Graziella Gabrielli “Guarda bene: natura e poesia”.
La mostra propone sguardi sulle piccole e grandi cose che nel quotidiano, dall’ambiente circostante, offrono momenti di stupore, se solo si aprono gli occhi e ci si abbandona agli istanti di bellezza che aspettano solo di essere guardati senza distrazione.
La fotografia supporta gli sguardi attenti dell’autrice e lo ripropone come esempio.

Giovedì 19 Ottobre, ore 18
Nel quadro della mostra, Fernando Lanzi tratterà del tema “La fotografia come linguaggio e conoscenza”, illustrando le possibilità di reale comunicazione che la fotografia offre a chi è capace di uno sguardo aperto sulle meraviglie che il mondo intorno a noi offre quotidianamente.

La mostra, realizzata con la collaborazione del Centro Studi per la Cultura Popolare, rimarrà visitabile fino al 29 ottobre, negli orario del Museo (martedì, giovedì, sabato ore 9-13; domenica ore 10-14).

Fernando e Gioia Lanzi

Avvisi Settembre #3

Cari amici,
vi ricordiamo la mostra “Intrattenetevi con il cielo”, aperta nel Palazzo del Comune fino all’8 ottobre.
Inoltre, sabato 30 settembre si terrà il Convegno “Icone. Finestre sull’eternità”, con il programma che vi alleghiamo, scaricabile in PDF.

Per un servizio sulla mostra, che potete trovare su youtube: https://goo.gl/Eyodak;
Per Info: lanzi@culturapopolare.ithttps://www.facebook.com/gioia.lanzi
https://www.facebook.com/Museo-Beata-Vergine-di-San-Luca-899781236855236/

Inoltre, a la Museo della Beata Vergine di San Luca, vi proponiamo una riflessione sull’Europa e sul fenomeno dei pellegrinaggi:

Martedì 3 ottobre  Ore 21.00
Museo Beata vergine di San Luca,
Piazza di Porta Saragozza 2/a, Bologna.

Il Camino compostelano, in occasione del trentesimo anniversario della sua dichiarazione a primo cammino europeo. Conferenza di Fernando Lanzi.
Il Camino compostelano, il percorso che in Europa unisce Santiago de Compostela, Roma, è stato proclamato “Cammino Europeo” il 23 ottobre 1987. Giovanni Paolo II così si espresse nel discorso detto Atto Eurpeistico: “Questo luogo (Santiago de Compostela) è stato per secoli un punto di attrazione e di convergenza dell’Europa e di tutta la cristianità. L’intera Europa si è ritrovata attorno alla memoria di Giacomo in quegli stessi secoli nei quali essa si costruiva come continente omogeneo e spiritualmente unito. Per questo lo stesso Goethe affermerà che la coscienza dell’Europa è nata pellegrinando”. Da allora molto è cambiato e i pellegrinaggi sono tornati un fenomeno amplissimo di cui è il momento di valorizzare l’origine, le peculiarità e le meraviglie d’arte e cultura.
A cura del Centro Studi per la Cultura Popolare.

Visite guidate alla mostra “Intrattenetevi con il cielo”

Visite guidate dagli organizzatori e dagli espositori alla Mostra di icone:  “Intrattenetevi con il cielo” (Palazzo del Comune, piazza maggiore 6, primo piano, Manica Lunga)

Domenica 24 settembre ore 17 Fernando e Gioia Lanzi;

martedì 26 settembre  dalle 13.30 alle 17.30, Annamaria Valentini;

martedì 26 e mercoledì 27 ore 10-14 Maria Grazia Pranzini e  ore 17 Giancarlo Pellegrini;

giovedì 28 ore 10-14 Maria Grazia Pranzini;

sabato 30 settembre ore 16 Mauro Felicani; mercoledì

mercoledì 4 ottobre ore 16 Giancarlo Pellegrini;

domenica 8 ottobre, dalle 12.30 alle 16.30, Anna martedì ,mercoledì e giovedì della settimana prossima dalle 10 alle 14..

Per un servizio sulla mostra:  https://www.youtube.com/watch?v=K3t2AbebD0k;

Info: lanzi@culturapopolare.it , www.culturapopolare.ithttps://www.facebook.com/gioia.lanzi https://www.facebook.com/Museo-Beata-Vergine-di-San-Luca-899781236855236/

Avvisi Settembre #2

Cari amici,
la mostra “Intrattenetevi con il cielo” ha registrato una folta affluenza all’inaugurazione, ed è veramente bella.

Vi invitiamo a visitare la pagina Facebook di Gioia Lanzi e quella, nuovissima e appositamente preparata, del Museo Beata Vergine di San Luca.

Vi troverete le foto dell’inaugurazione e via via le notizie sulla mostra e il prossimo convegno del 30 settembre!

Cogliamo anche l’occasione per ricordarvi che il 21 settembre al Museo ci sarà la conferenza sul Beata Bartolomeo Dal Monte, nel ventesimo anniversario della sua beatificazione!

Scarica la locandina in PDF

Grazie e ..buon autunno!

Fernando e Gioia Lanzi

“Intrattenetevi con il cielo” – Mostra di Icone e conferenze

Cari amici,
il Museo della Beata Vergine di San Luca riprende le sue proposte culturali dopo la pausa estiva.

Insieme alla Piccola Famiglia dell’Annunziata, al Laboratorio di Iconografa di Marzabotto, all’Associazione ICONA, al Laboratorio Labarum Coeli, al Centro Studi per la Cultura Popolare, ha promosso, nel quadro del Congresso Eucaristico Diocesano,  una mostra di icone di iconografi bolognesi, con 18  espositori per una cinquantina di icone. La mostra sarà esposta dal 13 settembre 2017 all’8 ottobre 2017, nella Manica Lunga del Palazzo del Comune, Piazza Maggiore 6, dove sarà visitabile dalle 9 alle 19 ogni giorno.

Siete tutti invitati alla inaugurazione che sarà il 13 settembre alle ore 16,30.
Titolo della mostra è: Intrattenetevi con il cielo e ci si è per questo ispirati ad una famosa raccomandazione di Pavel Florenskij ai figli: “Osservate più spesso le stelle. Quando avrete un peso nell’animo, guardate le stelle o l’azzurro del cielo. Quando vi sentirete tristi, quando vi offenderanno, Intrattenetevi col cielo.  Allora la vostra anima troverà quiete.”
Con questo vogliamo dire che contemplare le icone è come contemplare il cielo.
Pavel Florenskij, di cui tra l’altro ricorre quest’anno l’ottantesimo anniversario della morte, è insigne filosofo e scienziato russo, ucciso nel 1937 dal regime sovietico: uomo saggio è mite, è autore di testi fondamentali per la conoscenza del valore delle icone, della spiritualità orientale, e per la riunione delle Chiese di Occidente e Oriente.
La mostra vede insieme maestri e allievi delle scuole d’iconografia della Arcidiocesi di Bologna, e sarà corredata di un convegno il 30 settembre 2017, nella Cappella Farnese del Palazzo del Comune, dalle 9 alle 18, che vedrà la presenza di insigni studiosi bolognesi e nonché di Natalino Valentini il più esperto conoscitore della spiritualità delle Chiese d’Oriente e del pensiero di Pavel Florenskij. Titolo del convegno: “Icone finestre sull’eternità”, ed è compreso fra gli eventi della Festa Internazionale della Storia 2017.

Durante il periodo dell’esposizione saranno effettuate visite guidate di cui verrà data notizia sul sito e sulla pagina facebook sotto indicata.

Al Museo, la prima conferenza sarà il 21 settembre 2017 alle ore 21, per ricordare il Beato Bartolomeo Maria Dal Monte, come vedete nella locandina sul sito (evento della Festa Internazionale della Storia 2017).

Qui trovate alcuni articoli comparsi su Bologna 7 a riguardo: 3 Settembre, 10 Settembre, 20 Agosto, 23 Luglio.

Seguiteci anche su facebook, sulla pagina di Gioia Lanzi e ogni domenica sul Bologna 7, pagina diocesana di “Avvenire”.
Vi aspettiamo!
Fernando e Gioia Lanzi

Avvisi Agosto 2017

Cari amici,
in agosto vi invitiamo a riascoltare l’amico Stefano Andrini, che insieme a Andrea Fagioli e Fernando Lanzi presenta il libro di ricette – e non solo – toscane a Lizzano in Belvedere, al Martignano, l’ex Colonia Ferrarese, dove pure si potrà vedere un’anteprima del video della grande disfida, alla Raticosa, fra la cucina emiliana e quella toscana.

In questo libro “I segreti della cucina toscana”  ci sono storie di vita, ricette, aneddoti, intriganti segreti della cucina, e soprattutto il grande legame fra la cultura di un popolo e la sua cucina.

Il nostro sito per qualche tempo non ha potuto essere visitato, ma ora siamo tornati ed eccoci qui con voi: ci vediamo al Martignano, e presto avrete nostre importanti e bellissime notizie per settembre, e potete seguirci anche sulla pagina Facebook di Gioia Lanzi.

Fernando e Gioia Lanzi

Avvisi Luglio 2017

Carissimi amici,
con l’estate tornano le serate offerte dal Centro Studi al Santuario della Madonna di San Luca, nel quadro dell’apertura estiva del Santuario: nei sabati sera dell’8 e del 15 luglio saranno presenti al Santuario rispettivamente la dott. Elena Trabucchi e l’ing. Fernando Lanzi, che guideranno come sempre alla scoperta del linguaggio dell’arte nel suggestivo edificio, del linguaggio dell’icona, dei segni della fede e della storia. Il Santuario sarà aperto dalle ore 20, con inizio della conversazione alle ore 20,30.

Di diverso, appetitoso segno, è la proposta del 14 luglio, nella frescura di Lizzano in Belvedere, dove sarà presentato il libro: “I segreti della cucina toscana”, che contiene anche un intervento di Sting e uno di Carlo Conti.
L’incontro avverrà alle ore 17 al Martignano (ex Colonia ferrarese), ed è proposto dalle Associazioni Culturali Cultura Senza Barriere e Centro Studi per la Cultura Popolare.
Il curatore del volume, l’amico Stefano Andrini, è stato per quest’opera insignito del premio “Amico di Pinocchio” 2017, per la valorizzazione della cultura toscana.
Questo lavoro segue il già famoso “I segreti della cucina dell’Emilia Romagna” e sancisce un connubio tosco-emiliano che sul crinale appenninico ha il suo luogo privilegiato. Le parentele culturali e le storie di vita che Stefano Andrini ha saputo rintracciare nelle parole di testimoni appassionati tracciano un quadro affascinante della tavola italiana, e dimostrano che “mettere in tavola” è sempre qualcosa di più che “mettere in tavola”, e affonda le radici nella storia e nell’identità dei popoli, nel buonumore e nella sapida convivialità.
Di tutto ciò Stefano Andrini parlerà con Fernando Lanzi, intrecciando scoperte e memorie.

Vi aspettiamo!
Fernando e Gioia Lanzi

Scarica la locandina in PDF.