Avvisi Gennaio 2017

Cari amici,
iniziamo il 2017 segnalandovi l’iniziativa di una nostra cara amica e collaboratrice, la dott. Elena Trabucchi, che avete conosciuto in diverse conferenze da lei tenute al Museo della Beata Vergine di San Luca.
Nella sua competenza e nella sua lettura ci specchiamo completamente: vi propone visite alla mostra “La collezione Gelman: arte messicana del XX secolo. Frida Kahlo, Diego Rivera, Rufino Tamayo, María Izquierdo, David Alfaro Siqueiros, Ángel Zárraga”, e trovate in allegato il volantino di proposta.

Vi ricordiamo inoltre,
in attesa di darvi notizie del prossimo corso di arte sacra, che la mostra “La Meraviglia” (realizzata in collaborazione con la più antica associazione culturale d’arte di Bologna, la “Francesco Francia”) rimarrà aperta fino a domenica 29 gennaio al Museo della Beata Vergine di San Luca: affiancate ad alcune statuine antiche offerte da Francamaria Fiorni, vedrete le opere, appositamente realizzate, di Patrizia Capozzi, Mirta Carroli, Ivan Dimitrov, Francamaria Fiorini, Paolo Gualandi, Luigi E. Mattei.
La mostra è il terzo step di un progetto che vede gli artisti moderni affrontare le figure caratteristiche del presepio bolognese. L’anno prossimo è prevista la figura del Dormiglione.
Ricordiamo gli orari del Museo: martedì, giovedì, sabato ore 9-13 e domenica ore 10-14.
Auguri di buon proseguimento di questo giovane 2017!
Fernando e Gioia Lanzi

Avvisi Dicembre 2016

Cari amici,
eccoci ad invitarvi ad una settimana veramente densa:

Martedì 13 Dicembre, alle ore 18
ci sarà l’inaugurazione del Presepio del Cortile d’onore, realizzato quest’anno da Grazia Sarcina, che ha realizzato un Presepio contemplativo. Adorazione dei pastori, opera di grazia e forza, per la quale vi accludiamo immagini e scheda. Alla inaugurazione sarà presenta l’Arcivescovo S.E. Mons. Matteo Zuppi e il Sindaco Virginio Merola, che vi invita con una lettera dedicata.

Giovedì 15 Dicembre, alle ore 17
si parlerà del presepio e di Bologna nella conferenza Bologna nella storia dell’iconografia presepiale, che, oltre a essere nel quadro della Festa Internazionale della Storia, accompagna una esposizione realizzata da artisti bolognesi proprio per il Museo della Beata Vergine di San Luca, trattando una figura tipica, che dà il titolo alla mostra stessa: La Meraviglia. Ci sono opere di artisti quali Mattei, Patrizia Capozzi, Mirta Carroli, Claudia Cuzzeri, Ivan Dimitrov, Francamaria Fiorini, Paolo Gualandi, Luigi.E.Mattei, come potete vedere dall’accluso articolo.

Sabato 17 Dicembre, alle ore 15
gli artisti stessi e Fernando Lanzi guideranno una visita tutta speciale alla mostra.

Dunque, vi aspettiamo!

Fernando e Gioia Lanzi

gualandi meraviglia La Meraviglia di Luigi E.Mattei

Gara Diocesana dei Presepi – Natale 2016

adorazione dei magi da codice angelica. 2006-12-06 (2)Cari amici,
anche quest’anno torna la Gara dei Presepi, alla quale avete partecipato sempre con grande fedeltà e entusiasmo. Come ci ricorda l’Arcivescovo nella lettera che vi invitiamo a leggere con particolare attenzione, anche partecipare alla gara fa parte della preparazione al Natale: ecco quindi per voi il bando (da seguire scrupolosamente) e soprattutto la lettera dell’Arcivescovo.

Vi invitiamo, al fine di snellire le procedure di iscrizione, di leggere attentamente sia il Bando che la pagina appositamente creata con le indicazioni e i consigli per le iscrizioni.

Avvisiamo già che la cerimonia di premiazione avverrà sabato 25 marzo 2017 presso la Chiesa di San Benedetto (via Indipendenza 64, Bologna).

Vi invitiamo anche a visitare il presepio nel Cortile d’onore del Palazzo Comunale, che sarà inaugurato martedì 13 dicembre, alle ore 18, come vedete nell’invito del Sindaco: è assai importante questa bella iniziativa del presepio che risale ormai al 2004.

Inaugureranno il presepio l’Arcivescovo Matteo Zuppi e il Sindaco Virginio Merola, e naturalmente l’autrice, Grazia Sarcina. Fernando Lanzi illustrerà le caratteristiche di quest’opera, sulla quale trovate alcuni dati in questo articolo.

Segnaliamo poi i presepi in città che trovate elencati nel pieghevole che vi alleghiamo in calce e che potete anche consultare in PDF, come sempre.

Icone nelle chiese di Bologna oggi: finestre sul mistero presente

Giovedì 10 Novembre, ore 18
c/o Museo della Beata Vergine di San Luca
p.zza di P.ta Saragozza 2/a

Icone nelle chiese di Bologna oggi: finestre sul Mistero presente” è il tema che sarà trattato al Museo della Beata Vergine di San Luca giovedì 10 novembre alle ore 18, da suor Maria Cristina Ghitti, che ne parlerà, accompagnandosi con immagini e conversando con il direttore del Museo Fernando Lanzi.
Ci sono in Bologna, oltre a quella della Madonna di San Luca, diverse icone, delle quali la più nota è probabilmente quella della “Madonna della Salve” nella chiesa di Santa Maria dei Servi (così detta per l’uso, dal 1461, di recitare davanti ad essa, dopo i vespri, la Salve Regina:  la tradizione la vuole dipinta nel 1261 e portata a Bologna da san Filippo Benizi).

Ma nelle nostre chiese non si trovano solo icone antiche: Bologna infatti vanta una bella schiera di scrittori di icone, di diverse scuole, che sono presenti con grandi Crocifissi che narrano l’intera Passione, imponenti immagini nei presbiteri, e anche “ritratti”, come quello di santa Clelia Barbieri che fu scritta appunto da suor Maria Cristina. Fu padre Egon Sendler a definire per primo l’icona “finestra sul Mistero”, perché, per la sua natura stessa e per le precise modalità di realizzazione, le icone non sono semplicemente “quadri” o “rappresentazioni”, ma vere “presenze” che, nella preghiera e nella fedeltà al modello, rimandano al soggetto rappresentato. Le icone sono “scritte” come gli Evangelisti scrissero i Vangeli, e sono Parola dipinta che scende nelle nostre storie quotidiane, per la nostra conversione. Lungi dall’essere fisse in modelli, ripetitive e rigide, sono inni viventi ad una gloria che ci fa compagnia ogni  giorno: ci sono i modelli iconografici della grande tradizione bizantina e russa, e ci sono icone in cui si riflette il nostro presente con nuovi volti e nuove espressioni. Come sia possibile questa eccezionale commistione di incrollabile fedeltà e inesauribile creatività che si rinnova, sarà l’oggetto della conversazione in cui, seguendo il percorso di suor Maria Cristina, conosceremo meglio come le icone annuncino la salvezza presente e continua nella Chiesa e nelle sue vicende, salvezza che nulla trascura e di tutto porta meraviglia.

Scarica la locandina in PDF

Avvisi Ottobre 2016

Cari amici,
ecco le attuali proposte del Museo,

dal 15 Ottobre al 20 Novembre 2016:

una mostra di moderne icone che riprendono temi tradizionali, che sarà aperta fino al 20 novembre.

Martedì 19 Ottobre:

E una conferenza che sarà martedì 19, in cui si riporteranno gli ultimi studi sui resti di Arnau de Torroja, morto nel 1184.
Vi aspettiamo!
Fernando e Gioia Lanzi

Arnau de Torroja, di cui si ignora la data di nascita, divenne Gran Maestro dell’Ordine del Tempio nel 1180, a circa 70 anni, e morì il 30 settembre 1184, a Verona, dove si custodisce una sepoltura che tradizionalmente è considerata la sua. 
Nel 1184, Torroja, il Patriarca di Gerusalemme Eraclio e il Gran Maestro Roger de Moulins dei Cavalieri Ospitalieri, si unirono per cercare in Europa validi supporti per il Regno di Gerusalemme. Essi programmarono un viaggio attraverso l’Italia, per l’Inghilterra e la Francia: Arnau però si ammalò e morì a Verona, il 30 settembre1184, lì fu sepolto.
Gli esami condotti sui suoi resti potrebbero confermare che il sepolcro che tradizionalmente si considera suo, lo è di fatto, e si passerebbe così dalla tradizione variamente tramandata alla certezza storica del suo sepolcro.

Avvisi Settembre 2016 #2

Cari amici,
abbiamo il piacere di invitarvi a diversi eventi:

Venerdì 23 settembre, ore 18,30
Basilica di San Petronio
una presentazione di un libro nientemeno che in San Petronio, libro cui abbiamo collaborato e che è tutto da… gustare in senso stretto, trattandosi di cucina emiliana.

Lunedì 26 settembre, ore 17
Sala dello Stabat Mater
Biblioteca dell’Archiginnasio,
P.zza Galvani 1

Avremo poi l’onore di partecipare alle celebrazioni del IX centenario di Bologna, parlando di una illustre concittadina, Angelica Bonfantini, che unisce il tema dell’azione femminile, della fede e del Santuario della Beata Vergine di San Luca.

Scarica il volantino degli Eventi per il IX Centenario di Bologna

Mercoledì 28 settembre, ore 21
Museo della Beata Vergine di San Luca
P.zza di Porta Saragozza 2a

Al Museo della Beata Vergine di San Luca, dove è in corso una bellissima mostra fotografica, siete invitati ad una conversazione che vedrà protagonista l’autrice delle fotografie, Caterina Giuliodori, che ha ripercorso la storia e le suggestioni della nostra Bologna ritraendo i suoi monumenti più amati: ne parlerà con il direttore.

Vi aspettiamo!
Fernando e Gioia Lanzi

Avvisi Settembre 2016

Cari Amici,
il Centro Studi e il Museo dopo la pausa estiva ecco le prossime proposte culturali: vi inviamo quello che per ora è l’intero programma, e la prima locandina.
Il primo evento sarà una mostra fotografica in cui i monumenti della storia di Bologna saranno rivisitati fotograficamente da Caterina Giuliadori, che offre immagini di grande suggestione e poesia.

Fernando e Gioia Lanzi

Scarica il programma in PDF
Scarica la Locandina in PDF

Avvisi Agosto 2016

Cari Amici,
per non perdere l’abitudine di suggerirvi incontri, eccone alcuni:

Martedì 9 agosto, ore 17
Il Martignano (ex Colonia Ferrarese)
Lizzano in Belvedere, Bologna

si parla della nostra grande cucina, con il taglio particolare del ricordo e della memoria e di ricette davvero esclusive dal titolo: “Di ciacci e tagliatelle”, presentando il libro curato da Stefano Andrini in cui si svelano i segreti della cucina dell’Emilia Romagna. Un incontro da non perdere, allietato da appetitosi “saggi” di cucina montanara!

Scarica la locandina in PDF.

Venerdì 5 e 12 agosto, ore 17-19
e Sabato 6 e 13 agosto, ore 10-12 e 17-19

Via Bacchetti 2/4, Vergato (Bologna)
Vi segnaliamo inoltre una mostra di scultura che vale il viaggio, dell’amico Alfredo Marchi: “Siamo voce del verbo essere”.

Scarica la locandina in PDF.

E infine, una raccomandazione per tutti, in questo tempo favorevole alla vita all’aperto, tratta dalle lettere di Pavel Florenskij ai figli:
“È da tanto che voglio scrivere: osservate più spesso le stelle. Quando avrete un peso nell’animo, guardate le stelle o l’azzurro del cielo. Quando vi sentirete tristi, quando vi offenderanno, quando qualcosa non vi riuscirà, quando la tempesta si scatenerà nel vostro animo, uscite all’aria aperta e intrattenetevi da soli col cielo. Allora la vostra anima troverà la quiete”. 

Pavel Florenskij, nato nel 1882, sacerdote, filosofo e matematico russo, morì fucilato dal regime nel 1937 dopo anni di detenzione nel gulag delle isole Solovki. Celebrato oggi come martire, le sue opere sono semplicemente stupende.

E, per ora, buone vacanze!
Fernando e Gioia Lanzi